Il telefono multimediale: lo Smartphone

Il telefono multimediale: lo SmartphoneAndroid, Black Barry OS (RIM), Windows Phone, Apple, Bada sono nomi ormai conosciuti nel mondo della comunicazione tecnologica e sono solo alcuni dei sistemi operativi usati per gli smartphone.

C’era una volta il telefono cellulare e serviva solo per telefonare. Oggi c’è il telefono multimediale e serve per telefonare, fotografare, creare video, andare in internet, riprodurre musica, pianificare le attività e funge anche da satellitare per accennare solo la maggior parte delle sue funzioni più conosciute. In realtà lo smartphone nasce come palmare (PDA), quindi un computer a tutti gli effetti, con il quale si possono scaricare una moltitudine di programmi utili a tutte le funzionalità sopra accennate, chiamate anche applicazioni (APP). Allo stesso tempo con l’integrazione della connettività telefonica in GSM/GPRS/EDGE/UMTS/HSDPA, da PDA si è evoluto in un dispositivo mobile con la praticità di possedere in un unico oggetto, peculiarità del computer e del telefono.

Ma quali sono le caratteristiche delle applicazioni di un smartphone? Possono essere free o a pagamento e in genere si suddividono in base al sistema operativi inserito. Per un Android ci sono applicazioni da Android per esempio ma non è la regola assoluta: si possono installare anche funzioni diverse da altri fornitori come per esempio video giochi.

In un mondo sempre più frenetico e pieno di impegni, lo smartphone è uno status symbol del “business man” anche se con la discesa a picco dei prezzi dei dispositivi tecnologici e le martellanti promozioni pubblicitarie televisive da parte dei fornitori telefonici, questo tipo di “telefono intelligente” sta iniziando ad essere più popolare anche a livello domestico. Tuttavia con la possibilità dei collegamenti in WI-FI e Bluetooth è come avere in una mano tutto il mondo del web e la comunicazione voce 24 ore su 24 ovunque ci si trovi e soprattutto con la comodità e la leggerezza del telefonino.

Leave a Reply