Knowledge Graph

Knowledge Graph

E’ arrivata anche in Italia lo strumento tecnologico atteso da moltissimi studenti e ricercatori: sarà una ricerca più intelligente per Google.

La  nuova evoluzione tecnologica Knoledge Graph interesserà tutti gli utenti che effettuano la ricerca di Google in italiano.

Il nuovo algoritmo che è stato messo a disposizione permetterà di fare ricerche su cose, persone e posti in modo del tutto nuovo, ottenendo dei risultati che possano rispecchiare il vero significato del termine cercato e che possano considerare tutte le combinazioni possibili.

Molto spesso quando ricerchiamo una parola quest’ultima può avere più significati e per molti decenni la ricerca si è limitata a creare delle corrispondenza tra interrogazioni e parole chiave, senza inoltrarsi di più.

Knowledge Graph consentirà di cercare parole, persone, posti, luoghi, eventi, in modo innovativo e del tutto nuovo, e che rispecchino tutte le corrispondenze possibili.

Facendo un esempio se sa stiamo cercando la parola “Napoli”, Google troverà il risultato come Napoli città, ma anche come squadra di calcio, monumenti, luoghi di culto,  e

cos’altro e considera tutti questi aspetti nel momento della ricerca.

Con l’introduzione dell’applicazione Knowledge Graph sarà possibile analizzare al meglio l’interrogazione effettuata e ricercare i contenuti più rilevanti che si legano all’argomento trattato.

Il Knowkledge Graph di Google si basa non solo sui risultati si Freebase, Wikipedia e il Cia World Factbook, ma viene amplificato su una scala di ricerca molto più estesa.

Attualmente contiene più o meno 570 milioni di oggetti, oltre a 18 miliardi di informazioni e relazioni tra centinaia di  diversi elementi ed è stato migliorato in base alle ricerche effettuate dagli utenti e alle informazioni che ritroviamo sul Web.

Knowledge Graph , se la vediamo sotto quest’ottica è una vera e propria novità, ci consentirà di fare delle scoperte inattese ed inaspettate, ci permetterà di mettere in evidenza tutta una serie di informazioni che potrebbero indirizzare la ricerca verso temi di analisi diversi da quelli da cui eravamo partiti.

Se volessimo ricercare informazioni dettagliate su Michelangelo potremmo ricevere delle preziose approfondimenti anche sui nomi e sul lavoro degli altri interpreti( scultori, pittori, scultori) del periodo del Rinascimento italiano.

Leave a Reply