Windows 10X, l’antifurto per PC

Il suo nome è Anti-Theft Protection ed è una delle funzionalità nuove che Microsoft introdurrà con Windows 10X nel corso dell’anno. Come facilmente intuibile dal nome si tratta di uno strumento dedicato alla sicurezza, una specie di antifurto per il PC.

Cos’è Anti-Theft Protection?

Questa funzionalità è ideata per impedire a un malintenzionato di forzare il reset del computer dopo averlo rubato al proprietario. È molto simile a quanto avveniva sugli smartphone Windows Phone con Reset Protection.

Non è ancora chiaro se Anti-Theft Protection debutterà anche sulla versione tradizionale di Windows 10 o se invece rimarrà un’esclusiva di 10X.

È fondamentale sapere, però, che questa funzionalità è disattivata nelle impostazioni predefinite e che quindi sarà necessario abilitarla manualmente. E’ altrettanto importante ricordarsi il PIN del dispositivo o le credenziali dell’account Microsoft nell’eventualità in cui si desideri ripristinare il dispositivo anche senza furti del caso.

PUOI TROVARE IL PROGRAMMA NEL LINK DI SEGUITO 10X

Quali sono i dispositivi per l’antifurto

Microsoft ha annunciato che questo sistema di Windows sarà utilizzabile per i dispositivi pieghevoli e dual screen come Surface Neo, e che arriverà successivamente sui laptop andando a costituire qualcosa di molto simile a un concorrente per Chrome OS di Google, la piattaforma della linea Chromebook.

Altri metodi di protezione

Per proteggere il pc dai malintenzionati, si potrebbe, per esempio, e impostare un allarme sonoro che fa da antifurto tradizionale:

  1. Alarm: applicazione portatile che si attiva quando si stacca la presa dell’alimentatore;
  2. LaptopLock: programma da utilizzare come antifurto preventivo e che permette anche di attuare azioni di emergenza dopo un furto.

LaptopLock è in grado di distruggere o di crittografare i dati. Il programmaè basato su un segnale che può essere inviato nel momento in cui questo si connette a internet da qualsiasi parte del mondo.

In tema di localizzazione, invece, si può teoricamente, ritrovare un portatile rubato, nel momento in cui questo viene usato per navigare su internet usando un altro programma gratuito:

  1. Prey, utilizzato per Windows Linux e Mac;
  2. LocatePC è un’applicazione gratis per Windows che agisce in background, in modo nascosto. Altro non fa che controllare ogni singolo accesso a internet. Quando rileva un cambio, manda automaticamente una email al proprietario, segnalandolo.